IMG6762
IMG4507.JPG
Iscriviti alla Newsletter
A.S.D. Jujitsu Panda Style
Via Ca' Rotte Badia Polesine 
(Presso palestra Scuole Elementari)
p.iva: 01474390299

www.jujitsupandastylebadiapolesine.it
info@jujitsupandastyle.it

facebook
instagram
Privacy Policy
Cookie Policy

Regolamento

1512697659ju-jitsu-go-ju-gadiurnoadosymbol

1) L’ A.S.D. Ju-Jitsu Panda Style ha come suo unico scopo la divulgazione e la pratica del Ju-Jitsu e difesa personale.


2) All’interno della palestra si deve avere rispetto delle cinture più alte in quanto più anziane ed esperte che possono consigliare ogni atleta nell’apprendimento della disciplina. Le cinture più alte devono avere rispetto delle cinture più basse: anche dai meno esperti si possono trarre molti insegnamenti per il miglioramento delle proprie conoscenze. L’approccio verso l’altro deve essere sempre improntato sul rispetto dei ruoli in una condizione di reciprocità.


3) Il Ju-Jitsu è un arte marziale di difesa personale e serve principalmente a mantenere uno stato di equilibrio psico-fisico: gli atleti che venissero sorpresi ad abusare delle proprie conoscenze a scopi di violenza o di gioco, all’interno o all’esterno della palestra, verranno immediatamente redarguiti e il comportamento verrà valutato dalla Commissione.


4) Sul tatami, ovvero il luogo dove si svolgono gli allenamenti, è assolutamente vietato ogni tipo di attività diversa da quella della pratica sportiva.


5) La salita sul tatami nel dojo è consentito solo a piedi nudi. Le calzature utilizzate per arrivare al tatami dovranno essere riposte ORDINATAMENTE, prima dell’inizio di ogni allenamento.


6) E’ assolutamente vietato salire e scendere dal tatami durante l’allenamento, senza il preventivo assenso del Maestro o di chi da questi designato a sostituirlo durante la lezione.


7) Ogni volta che si sale o si scende dal tatami bisogna effettuare il rituale saluto, rivolgendosi verso il tatami.


8) E’ assolutamente vietato disturbare lo svolgimento delle lezioni schiamazzando o urlando prima, dopo e durante l’allenamento, su o giù dal tatami : è segno di buona educazione permettere che i compagni si allenino in un ambiente adeguato. Si rammenta peraltro, che eventuali comportamenti chiassosi, saranno tempestivamente richiamati: un numero eccessivo di richiami potrà causare l’allontanamento dell’allievo anche a tempo indeterminato dagli allenamenti.


9) E’ buona norma mantenere una corretta igiene sia del proprio corpo che del proprio kimono: si raccomanda, pertanto, particolare attenzione per le parti maggiormente esposte, come i piedi e le mani, e per le parti che potrebbero risultare particolarmente pericolose, come le unghie lunghe.


10) E’ obbligatorio presentare un certificato medico di sana e robusta costituzione per la pratica di attività non agonistica valido per l’anno in corso: gli atleti che intendo perseguire attività agonistica, a qualsiasi livello, dovranno produrre un apposito certificato medico agonistico rilasciato da un centro di medicina dello sport riconosciuto dal Servizio Sanitario Nazionale.


11) E’ fatto divieto assoluto di indossare braccialetti, collane, anelli e orologi durante la lezione, mentre l’uso di orecchini è consentito se e solo se non pendenti e comunque protetti con cerotti: il loro utilizzo potrebbe essere causa di sgradevoli incidenti arrecando danni a se stessi o ad altri.


12) Gli atleti che giungeranno in ritardo, dovranno chiedere il permesso di allenarsi comunque al Maestro o chi da lui designato, che si riserva il diritto di annotare ritardi recidivanti e richiamare l’atleta.


13) I rispettivi accompagnatori sono pregati di farsi trovare in palestra prima della fine della lezione, in modo da garantire un veloce e ordinato fluire degli atleti per il proseguimento delle lezioni.


14) L’impegno, la condotta, la puntualità e la frequenza sono i punti cardine sui quali gli istruttori basano i propri giudizi: in base a quest’ultimi, saranno scelti gli atleti in grado di sostenere esami, competizioni sportive, stage ed ogni altro tipo di attività non ordinaria.


15) Presso il dojo è presente una Commissione inizialmente composta dai fondatori dell’A.S.D.  Ju-Jitsu Panda Style che assume ogni decisione riguardante la gestione e organizzazione dell’associazione.


16) L’iscrizione di un atleta presso il dojo viene valutata e autorizzata direttamente dal Direttore Tecnico con riserva di valutazione successiva da parte della Commissione al fine di verificarne le motivazioni e le credenziali

Ju-Jitsu-300x291
Web agency - Creazione siti web Catania